Notte di paura in Barriera, la rissa tra spacciatori finisce nel sangue

La faida tra alcuni africani ha paralizzato l'isolato tra via Ceresole e via Palestrina

Sangue a terra in via Ceresole

Uno uomo ferito dalla lama di un coltello, la paura delle famiglie affacciate dal balcone e l’intervento delle forze dell’ordine.

Una rissa ha paralizzato, nella notte tra giovedì e venerdì, l’isolato tra via Ceresole e via Palestrina, nel quartiere Barriera di Milano.

I ripetuti schiamazzi e le urla provenienti dalla strada hanno costretto alcuni anziani impauriti ad allertare le forze dell’ordine.

Secondo i residenti che hanno assistito alla scena dal balcone a far scoppiare la rissa sarebbe stato il solito tentativo operato dalle bande africane di controllare i marciapiedi. Anche a discapito di chi in quella via ci abita.

Ma al momento dell’arrivo delle pattuglie i ragazzi africani sono spariti nel nulla, lasciando per terra diverse tracce di sangue.

Non si dorme più – racconta Angelo Martino del comitato spontaneo di zona -. Di notte ci sono gli ubriachi che urlano, di giorno le processioni per acquistare la droga. Noi abbiamo provato a ribellarci ma ci siamo beccati soltanto insulti e minacce”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel palazzo del centro cittadino: uomo si uccide gettandosi nel vuoto

  • Ventiquattro ore dopo, nuovo dramma in autostrada: morto un 26enne

  • Scende dall'auto dopo un incidente e viene travolto da un'altra vettura: morto

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Sedato sull'ambulanza, si soffoca col vomito e poi muore in ospedale: inchiesta aperta

Torna su
TorinoToday è in caricamento