Da Torino allo spazio: il turismo in orbita parte dalla nostra città

Il "turismo spaziale" diventa realtà anche in Italia, grazie a un accordo che vede protagonista la nostra città

Molto probabilmente non sarà da Caselle, ma partire per un viaggio spaziale dal territorio torinese e piemontese potrebbe diventare presto una realtà: la ALTEC, società torinese partecipata da Thales Alenia Space e Agenzia Spaziale Italiana con sede in corso Marche, ha firmato infatti un accordo con la Virgin Galactic per la sperimentazione di voli suborbitali in Italia.

In base al protocollo di intesa, ALTEC ha iniziato un dialogo con la Virgin Galactic di Richard Branson per valutare congiuntamente le opportunità operative da uno spazioporto italiano per eseguire voli sperimentali suborbitali, addestramento astronauti e piloti, scopi didattici e turismo spaziale, utilizzando i velivoli Virgin Galactic.

In pratica, funzionerà così: il velivolo vettore White Knight Two costituisce il primo stadio del sistema di volo e decolla da un aeroporto convenzionale trasportando la SpaceShipTwo (lo “spazioplano” di Virgin) fino ad un’altezza di circa 15.000 metri, prima di rilasciare la navicella e consentirne l’accensione del motore a razzo che la porterà alla programmata quota operativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

Torna su
TorinoToday è in caricamento