Estorsione agli utenti di siti internet, stanato un truffatore online che si fingeva poliziotto

Aveva anche raggirato escort

Immagine di repertorio

Si fingeva ispettore di polizia facendosi chiamare Marco Gigliotti (nome del tutto inventato) e contattava gli utenti dei siti www.subito.it e www.bakeca.it chiedendo loro il pagamento di una somma di denaro per evitare di incombere in multe, querele o arresti.

A mettere fine all'attività di un italiano 40enne pluripregiudicato per reati specifici è stata la polizia postale che lo ha arrestato.

Per fare sparire le proprie tracce, utilizzava e cambiava frequentemente sim telefoniche e carte di credito ricaricabili intestate a prestanome e guidava auto a noleggio.

Negli ultimi tre anni l'uomo si era già reso responsabile di numerose truffe nei confronti di centinaia tra escort, transessuali e accompagnatrici residenti in tutta Italia per centinaia di migliaia di euro, a cui aveva fatto credere di poter aumentare la visibilità dei loro annunci di incontri pubblicati su siti online.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel palazzo del centro cittadino: uomo si uccide gettandosi nel vuoto

  • Ventiquattro ore dopo, nuovo dramma in autostrada: morto un 26enne

  • Scende dall'auto dopo un incidente e viene travolto da un'altra vettura: morto

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento