Tentano la truffa dello specchietto con la persona sbagliata: due arrestati

Da un agente della Polizia di Stato libero dal servizio

Immagine di repertorio

Alle 3 e mezza circa di notte due persone hanno tentato, complice il buio, di ingannare un poliziotto che stava tornando a casa dopo il turno di servizio.

L’agente ha subito intuito che si potesse trattare di qualche malintenzionato quando ha visto un’auto sopraggiungere alle sue spalle, su corso Sacco e Vanzetti, a forte velocità e lampeggiare senza alcun motivo.

I malviventi a bordo dell’auto lo tallonavano e si accostavano, a quel punto il passeggero gli gridava di fermarsi subito accusandolo di averlo urtato e rotto, poco prima, lo specchietto della loro Lancia Delta che presentava graffi ed ammaccature su più parti della carrozzeria.

La conducente poi effettuava una pericolosa manovra per tagliare la strada al poliziotto che solo grazie a una brusca frenata riusciva ad evitare la collisione. Una volta faccia a faccia con i truffatori, che insistevano per ottenere una somma di denaro a titolo di rimborso per il danno subito, il poliziotto richiedeva l’intervento delle forze dell’ordine. Una pattuglia della Squadra Volante identificava i due truffatori e li traeva in arresto. Si tratta di un’italiana di 34 anni residente a Settimo Torinese e di un quarantaduenne residente a Rivoli, entrambi con numerosi precedenti penali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento