Targa romena per non pagare le tasse italiane, denunciati 28 truffatori

In questo modo si ometteva il pagamento delle tasse di proprietà italiana, si abbattevano i costi dell’assicurazione obbligatoria e si rendeva difficoltoso l’eventuale rintraccio in caso di violazioni al Codice della Strada

Circolavano con auto acquistate a Torino, ma immatricolate in Romania, in modo tale da evitare di pagare le tasse e complicare, così, la vita a chi voleva multarli. Sono state fermate dai Carabinieri di Venaria e denunciate per truffa ai danni dello Stato 28 persone di origine romena.

Le autovetture, risultando esportate, erano state radiate dai registri del Pra ma di fatto, benché reimmatricolate in Romania a nome di uno di loro o di un prestanome, sono rimaste circolanti in Italia: in questo modo si ometteva il pagamento delle tasse di proprietà italiana, si abbattevano i costi dell’assicurazione obbligatoria e si rendeva difficoltoso l’eventuale rintraccio in caso di violazioni al Codice della Strada.

Le auto sono state sequestrate e i controlli da parte delle forze dell'ordine verranno estesi a tutta la provincia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Tempo libero, cosa fare a Torino e dintorni sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Nel garage nascosta la merce del noto supermercato: un denunciato

  • Auto in fiamme nella notte: distrutti 5 veicoli in sosta

  • Accoltella il fratello dopo una violenta lite: ferito all'addome e al torace

  • Incidente alla rotonda per l'ingresso in tangenziale: mezz'ora di disagi e code

Torna su
TorinoToday è in caricamento