Falsi biglietti aerei, vacanzieri truffati in coda al commissariato

La polizia sta cercando il titolare, un 41enne che è scomparso nel nulla

Coda di vacanzieri truffati stamattina, lunedì 1 agosto, al commissariato di polizia Dora Vanchiglia, che sta coordinando le indagini sull'agenzia di viaggi Lina di corso Giulio Cesare 12/D, sequestrata sabato dopo che numerose persone che avevano acquistato biglietti aerei per le più svariate destinazioni erano rimaste a terra perché i tagliandi non erano mai stati acquistati dal responsabile.

Gli agenti stanno cercando quest'ultimo, un marocchino di 41 anni, che al momento pare scomparso nel nulla.

Sabato scorso decine di persone si erano recati negli aeroporti di Cuneo Levaldigi e Torino Caselle per partire per le vacanze e avevano scoperto l'amara sorpresa: i loro biglietti, pagati anche migliaia di euro, non esistevano.

Dopo le 40 denunce di sabato, stamattina ne sono state raccolte altre 20. Si presume che i raggirati siano circa 200.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento