Torino diventa Buenos Aires nella fiction della Rai con Alessandro Preziosi

La fiction andrà in onda su Rai 1 quest'inverno e sarà articolata in due puntate. La storia è quella dell'Argentina ai tempi del golpe del 1976. Tra i protagonisti anche Anna Valle

Torino, ancora una volta, diventa scenario di una fiction. E si trasforma in Buenos Aires. Si tratta di "Tango per la libertà" tratta dal libro "Niente asilo politico" di Enrico Calamai: le riprese si stanno svolgendo in questi giorni nel capoluogo piemontese e ormai sono quasi giunte alla fine.

La fiction andrà in onda su Rai 1 quest'inverno e sarà articolata in due puntate. La storia è quella dell'Argentina ai tempi del golpe del 1976, raccontata attraverso le vicende dei personaggi nelle quali non mancherà il solito triangolo amoroso. Il regista è Alberto Negrin e tra i protagonisti spicca Alessandro Preziosi nei panni di Calamai, un diplomatico italiano - a autore del libro da cui è tratta la storia - nell'Argentina dei desaparecidos e della dittatura.

Accanto a lui Anna Valle, Rocio Munoz Morales e Giorgio Marchesi. Al termine delle riprese a Torino ma anche in altre località piemontesi, rese possibili grazie al sostegno di Film Commission Torino Piemonte, il set si trasferirà a Roma.

Potrebbe interessarti

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • I pericoli in mare e in piscina: l’acqua alta e la congestione

  • Peperoncino: tutti i rimedi al bruciore

  • Cantinetta del vino, come sceglierla: modelli e costi

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

  • Viene travolta da un'auto mentre attraversa la strada: è grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento