domenica, 23 novembre 10℃

Stupro inventato, "La Stampa" chiede scusa per il titolo razzista

"Mette in fuga i due rom che violentano sua sorella". Un titolo razzista "mette nei guai" il primo quotidiano torinese, che poi chiede scusa con un editoriale firmato. Ma è ancora polemica

Andrea Maggiolo 12 dicembre 2011
4

Non si placano le polemiche per lo stupro inventato dalla ragazza di sedici anni delle Vallette, dopo il quale un gruppo di persone ha assaltato e incendiato a Torino un campo nomadi all'estrema periferia nord, zona Continassa.

Il giorno dopo la denuncia della ragazza, La Stampa aveva pubblicato un titolo che ha destato scalpore: "Mette in fuga i due rom che violentano sua sorella". Un titolo "inconsapevolmente" ma evidentemente razzista, per il quale lo stesso quotidiano di via Marenco ha chiesto scusa con un editoriale firmato da Guido Tiberga.

"Il razzismo di cui più dobbiamo vergognarci  si legge - è quello inconsapevole, irrazionale, che scatta in automatico anche quando la ragione, la cultura, le convinzioni più profonde dovrebbero aiutarci a tenerlo lontano. Ieri, nel titolo dell’articolo che raccontava lo «stupro» delle Vallette abbiamo scritto: «Mette in fuga i due rom che violentano sua sorella».

Un titolo che non lasciava spazio ad altre possibilità, né sui fatti né soprattutto sulla provenienza etnica degli «stupratori». Probabilmente non avremmo mai scritto: mette in fuga due «torinesi», due «astigiani», due «romani», due «finlandesi». Ma sui «rom» siamo scivolati in un titolo razzista. Senza volerlo, certo, ma pur sempre razzista. Un titolo di cui oggi, a verità emersa, vogliamo chiedere scusa. Ai nostri lettori e soprattutto a noi stessi".

IL TITOLO "INCRIMINATO"

Annuncio promozionale

T-2

Guido Tiberga
Vallette
nomadi

4 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di Gerry Di Masi

    Gerry Di Masi In realtà il titolo incriminato è stato pubblicato "all'insaputa" del pur ottimo direttore Mario Calabresi. Sono cose che accadono nella concitazione di certi momenti. Del resto se è accaduto ad un politico di firmare un rogito "all'insaputa" non volete che possa accadere ad un giornalista di fare un titolo "all'insaputa"?

    il 16 dicembre del 2011
  • Avatar anonimo di sdfg

    sdfg Ma chiedere scusa... AI ROM? No, eh? Eh, sì, anche questa vi è scappata, confermando che siete razzisti (oltre che zerbino della Fiat)

    il 13 dicembre del 2011
  • Avatar di Aldo Ferrari

    Aldo Ferrari E brava la direzione de "La Stampa" !! Attentissimi a che non escano notizie non gradite su Tav, famiglia Agnelli, Fiat e quant'altro e poi mi scivola su questa buccia di banana del razzismo "inconsapevole". Mi ricorda "La Stampa" degli anni '60. Titoli: "idraulico accoltella la moglie" se l'assassino è piemontese, altrimenti "Calabrese accoltella la moglie" ... il razzismo nella redazione de "La Stampa" è sempre esistito e niente affatto inconsapevole.

    il 12 dicembre del 2011
    • Avatar di Luca Lani

      Luca Lani Purtoppo "NOI" e "gli altri" esisteranno sempre

      il 12 dicembre del 2011