Nessun pericolo ambientale dopo l'incidente sulla Torino-Aosta

Non ci sarebbero rischi ambientali nonostante la presenza di una nube che si è sprigionata nella zona dell'incidente. Lo assicura l'Arpa, l'agenzia regionale per la protezione ambientale

Dopo l'incidente di ieri sulla Torino-Aosta, all'altezza di Borgofranco d'Ivrea, in cui un'autocisterna si è ribaltata perdendo circa 8 mila litri di acido tossico, sono arrivate le rassicurazioni dell'Arpa sull'impatto ambientale. Non ci sarebbero rischi ambientali nonostante la presenza di una nube che si è sprigionata nella zona dell'incidente.

L'agenzia regionale per la protezione ambientale, per tutta la giornata di ieri fino a notte fonda, ha effettuato i rilievi nell'area tra Ivrea e Quincinetto. Le misurazioni sono state effettuate intorno ad un raggio di qualche chilometro, nell'area compresa tra i comuni di Montalto Dora e Bajo Dora, piccola frazione di Borgofranco d'Ivrea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccide la madre a coltellate e poi si toglie la vita gettandosi dal nono piano

  • CAAF Cisl a Torino: sedi, orari, informazioni

  • CAAF Cgil a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Il coronavirus si porta via il mago della scientifica a soli 60 anni: polizia in lutto

  • Investe una donna sulle strisce con lo scooter e cade: centauro morto in ospedale

  • Fa il bagno in mare all'alba ma si sente male: giovane torinese perde la vita a Riccione

Torna su
TorinoToday è in caricamento