Crepe post-terremoto, il sindaco di Inverso Pinasca chiude il municipio

Il provvedimento a scopo precauzionale riguarda anche i servizi connessi, domani forse la revoca

Il municipio di Inverso Pinasca

Municipio chiuso per crepe post-terremoto.

La decisione è stata presa da Cristina Orsello, sindaco di Inverso Pinasca, comune di 700 abitanti della val Chisone vicinissimo all'epicentro della doppia scossa di terremoto (la più potente aveva una magnitudo di 3.9) che, la sera di sabato 30 luglio, ha fatto scendere in strada numerose persone.

L'ordinanza del sindaco ha scopo precauzionale e riguarda l'intero edificio, che ospita anche ambulatorio medico, ufficio postale e l'annesso palazzetto con ristorante.

Il terremoto ha provocato una perdita d'acqua dal piano superiore del caseggiato e anche alcune crepe nei muri.

E' possibile che il provvedimento venga revocato già domani: non ci sarebbero danni preoccupanti dal punto di vista strutturale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Al volante senza patente: fugge, provoca un incidente e prova a investire un poliziotto

Torna su
TorinoToday è in caricamento