Operaio ex Bertone tenta il suicidio buttandosi da un cavalcavia: è grave

L'uomo, di circa 60 anni, iscritto alla Fiom, era depresso e temeva di perdere il posto di lavoro. A dare la notizia è stata la moglie dell'operaio, ai cancelli della fabbrica, prima dell'assemblea

Si sblocca la situazione alla ex Bertone, con il sì della Fiom all'accordo con la Fiat, ma la giornata è turbata da una tragica notizia. Un operaio della verniciatura della ex Bertone, in cassa integrazione ha tentato, qualche giorno fa, di suicidarsi.

L'uomo, di circa 60 anni, iscritto alla Fiom, è ricoverato in ospedale in gravi condizioni. A dare la notizia è stata la moglie dell'uomo, ai cancelli della fabbrica, in mattinata.  "Mio marito - ha raccontato la donna - era depresso, nei giorni scorsi ha avuto una crisi di panico e ha fatto ricorso alle cure mediche. Si è buttato giù da un cavalcavia ed è grave. Non sappiamo esattamente cosa sia successo, mio marito non ricorda nulla. La nostra situazione è difficile, abbiamo un figlio di 12 anni, mio marito era preoccupato che non gli pagassero più la cassa integrazione". Visibilmente scosso anche  Maurizio Landini, segretario Fiom: "Questa tragica notizia ta situazione è drammatica e che, forse, abbiamo fatto bene con le Rsu a fare quello che abbiamo fatto".

La cassa integrazione alla Bertone forse, a breve, sarà solo un ricordo. Gli operai diranno sì al piano Marchionne, ma la Fiom, con Maurizio Landini, ricorda che la battaglia per la difesa dei diritti dei lavoratori non è finita: "Consideriamo quello della Rsu l'atto di legittima difesa di chi, sottoposto al ricatto, non vuole accettarlo. Il ricatto era doppio in quanto Marchionne ha detto chiaramente che, oltre a non fare l'investimento, avrebbe restituito l'azienda all'amministrazione straordinaria. La Rsu ha chiesto anche che si rieleggano i delegati perché non ha potuto rispettare il mandato di fare un buon accordo".

Tra i lavoratori della bertone in cassa integrazione ormai da sei anni, molti sono in età avanzata, e hanno cercato in questi anni forme alternative di reddito. Ma non per tutti è stato facile. E la tragica notizia di oggi lo conferma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento