"Sono senza lavoro" e scavalca la recinzione del ponte per suicidarsi, ma poi viene convinto a desistere

Problemi di traffico in autostrada

La scena del tentato suicidio, con polizia stradale e vigili del fuoco

Un pachistano di 29 anni ha cercato di uccidersi nella mattinata di oggi, lunedì 20 agosto 2018, scavalcando le recinzioni del cavalcavia che sovrasta il raccordo autostradale Ivrea-Santhià ad Alice Castello (Vercelli), al confine con le province di Biella e Torino. E' stato salvato dall'intervento congiunto dei vigili del fuoco e della polizia stradale di Torino.

"Sono senza lavoro" ha detto ai soccorritori il ragazzo, ospite di una casa famiglia a Cavaglià. Sul posto c'erano anche i responsabili della struttura che hanno cercato di convincerlo a tornare sui suoi passi

Nell'arco di un'ora, durante cui le due corsie di sorpasso del raccordo (nelle due direzioni di marcia) sono state chiuse con qualche problema per la circolazione (il giovane si trovava infatti esattamente al centro del ponte), gli intervenuti sono riusciti a farlo desistere. Il ragazzo è stato poi trasportato in ospedale in ambulanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo una giornata di sciopero: possibili disagi

  • Si lancia dal settimo piano del palazzo: morto

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Suv si schianta contro un muretto: dopo gli accertamenti scatta il sequestro del veicolo  

Torna su
TorinoToday è in caricamento