No Tav, Stefano Esposito a processo per diffamazione contro attivisti

A muovere le accuse uno scritto pubblicato sul blog del senatore ai danni di quattro attivisti - esponenti Askatasuna - che avrebbero attaccato la polizia durante gli scontrin in Val Susa

Dovrà rispondere del contenuto pubblicato sul suo blog, il senatore Stefano Esposito (Pd), imputato nel processo a Torino per il reato di diffamazione ai danni di quattro attivisti No Tav.

Lo scritto, pubblicato l'8 dicembre 2011, riguardava alcuni esponenti del centro sociale Askatasuna, radunatosi per attaccare la polizia in Val Susa proprio nella stessa giornata. Aveva poi augurato - citando nomi e cognomi - che chi aveva pianificato e diretto le azioni violente, venisse perseguito a norma di legge.

Quattro degli attivisti, che non furono mai coinvolti nell'inchiesta sugli incidenti, presentarono una querela e la procura incriminò il senatore: ora, gli stessi, si sono costituiti parte civile.

Secondo quanto ritenuto dalla difesa, le parole del parlamentare, conterrebbero valutazioni politiche di carattere generale e non sarebbero diffamatorie.

La causa, nel frattempo, è stata rinviata al 10 marzo prossimo

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Auto impazzita urta 9 vetture poi si cappotta: agenti a caccia del fuggitivo

  • Cronaca

    Incendio in una casa, trovato morto un uomo

  • Cronaca

    Assi di legno con chiodi trovati dentro l'area cani: è allarme tra i proprietari

  • Politica

    Proseguono i “classici” blocchi auto: le limitazioni per martedì 20 febbraio

I più letti della settimana

  • Juventus-Tottenham streaming e tv: dove vedere la partita di Champions League in diretta

  • Addio piccola Bea, zia Sara: "Corri a riabbracciare la mamma"

  • Tutti piangono Raffaele, rimasto ucciso poco prima di diventare papà

  • Dall'auto 'sparano' fiamme sui passanti: cinque persone bloccate

  • La cucina è in pessime condizioni igienico-sanitarie: ristorante chiuso dai carabinieri

  • In arrivo un nuovo ristorante gourmet a marchio Lavazza: aperta la selezione del personale

Torna su
TorinoToday è in caricamento