Startup e innovazione, le cinque grandi realtà nate a Torino

Trasporti ecologici, sensori vocali, social eating e cibo spaziale: in città sono nate idee e progetti che hanno fatto molta strada, in ogni senso

Il Piemonte non è la Silicon Valley e Torino non è Palo Alto, ma i progetti innovativi nella nostra città non mancano assolutamente. Dalla comunicazione ai trasporti, dal cibo a casa a quello nello spazio, abbiamo selezionato cinque startup nate a Torino che portano avanti l'innovazione, non solo tecnologica ma anche di consumo, nei rispettivi settori.

PEDIUS

Pedius è un sistema di comunicazione che consente alle persone sorde di effettuare telefonate utilizzando le tecnologie di riconoscimento e sintesi vocale. In pratica l'app per cellulari traduce in tempo reale quanto viene detto al telefono in messaggi scritti, permettendo così ai non udenti di gestire in autonomia le proprie chiamate: scrivendo i messaggi, infatti, all'interlocutore al telefono arriverà una voce registrata in grado di leggerli sul momento. Amministratore delegato e ideatore di Pedius è il torinese Lorenzo Di Ciaccio.

Sito internet: http://www.pedius.org/

SADABIKE

SadaBike è una bicicletta senza raggi alle ruote che si può piegare con una sola mossa fino alle dimensioni di un ombrello e infilare in uno zaino insieme ad altri oggetti. A realizzarla è stato Gianluca Sada, originario di Battipaglia che si è trasferito a Torino per studiare ingegneria dell'autoveicolo al Politecnico, dove si è laureato nel 2010 con una tesi sul progetto brevettato poco prima e che nel 2014 è diventato SadaBike.

Sito internet: http://www.sadabike.it/

OSVEHICLE

OSVehicle è una piattaforma di auto elettrica modulare e open source. In pratica si rivolge alle aziende che possono disegnare, fare prototipi e costruire veicoli elettrici e servizi di trasporto. A fondarla è stato Francisco X Ka Leong Liu, torinese originario della Cina, che da oltre trent'anni con Italchina opera nel settore automobilistico collaborando anche con un altro storico marchio torinese, quello di Giugiaro Design.

Sito internet: https://www.osvehicle.com/

GNAMMO

Gnammo è un'app di “social eating” che mette in collegamento gli appassionati di cucina, da una parte e dall'altra della pentola. Ci si può infatti iscrivere come gnammers o come cuochi: nel primo caso si va a mangiare a casa di sconosciuti, nell'altro si ospitano in casa propria degli sconosciuti a cui si prepara una cena a prezzi modici. Il progetto è nato dall'unione delle idee del barese Walter Dabbicco e di Gian Luca Ranno di Rivoli, con la collaborazione dell'amico Cristiano Rigon.

Sito internet: https://gnammo.com/

SPACE FOOD LAB – ARGOTEC

Argotec è un'azienda con sede in via Cervino che si occupa di sistemi ingegneristici e dell'industria spaziale. In anni recenti, ha dato vita allo Space Food Lab, che lavora per ESA (l'agenzia spaziale dell'Unione Europea) e NASA per la ricerca e gli studi sul consumo di cibo per gli astronauti in missione sull'ISS (la stazione spaziale internazionale), tra cui Luca Parmitano e Samantha Cristoforetti.

Sito internet: http://www.argotec.it/argotec/index.php/spacefood/spacefood

(Si ringrazia Sandro Rizzo per la consulenza)

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

Torna su
TorinoToday è in caricamento