Stalking contro l'anziano vicino e i nipoti, coppia condannata a dieci mesi

Gli episodi a Bollengo. "Vi facciamo fare la fine dei massacrati di Erba" tra le minacce. Per i coniugi condizionale in cambio di un risarcimento

Il 'perseguitato' è un anziano con i suoi nipoti

Dieci mesi con la libertà condizionale in cambio di un risarcimento di 5mila euro alle parti lese.

Si è chiuso così, in tribunale a Ivrea, il processo con l'accusa di stalking nei confronti dei vicini di casa a due coniugi di Bollengo: Vincenzo Castiglione, 68 anni  e Carmela Spitaleri, 59 anni. A condannarli è stato il giudice Elena Stoppini, che ha accolto le richieste del pm Michela Bedogné.

La vicenda è iniziata nel 2011. Secondo l’accusa, l'anziano vicino di casa sarebbe stato minacciato di morte in più occasioni insieme ai nipoti che li andavano a trovare ogni tanto. Una volta sarebbero stati anche minacciati di un massacro "come nella strage di Erba". In altri casi i due avrebbero finto di controllare ogni azione del vicino spiandolo dalla finestra o fingendo di filmarlo con una telecamera, avrebbero esploso petardi e provocato rumori molesti allo scopo di fargli un dispetto.

Secondo la difesa, sostenuta dall’avvocato Pierfranco Bertolino, si sarebbe trattato invece di comportamenti reciproci che si protraevano da tempo: il legale ha portato in aula una serie di denunce e controdenunce arrivate da entrambe le parti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento