Sparano una raffica di colpi contro un ragazzino in bicicletta, nei guai due 13enni

Hanno usato armi da softair

Il parco di via Di Vittorio a Verolengo

Spari con armi da softair contro un ragazzino 12enne che passava (e poi ha cercato di scappare) in bicicletta. Due ragazzini italiani, entrambi 13enni, di Verolengo sono finiti nei guai dopo che nel tardo pomeriggio di lunedì 27 agosto 2018 hanno fatto la singolare bravata nel parco di via Di Vittorio e sono stati smascherati, anche grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza della zona, dagli agenti di polizia locale.

La vittima dell'agguato, raggiunta da una raffica di 11 colpi alle gambe, è stata medicata in ospedale. I proiettili sono pallini in plastica del diametro di circa sei millimetri e gli hanno provocato piccole abrasioni sulla pelle.

I due autori hanno sottratto le armi giocattolo ad alcuni amici che stavano giocando tra loro nel parco e hanno fatto fuoco, colpendo alcune auto. Non sono punibili penalmente, ma le loro famiglie rischiano una multa fino a 6mila euro per la pericolosa bravata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Moto trovata in un fosso a bordo strada: centauro morto nonostante i soccorsi

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

  • Abbandona un sacco lungo la strada: “pizzicato” dalle telecamere e sanzionato dai vigili

Torna su
TorinoToday è in caricamento