Sparatoria in strada a Rondissone, due uomini in ospedale

Regolamento di conti o agguato nel mondo della criminalità, ma le vittime non collaborano coi carabinieri

immagine di repertorio

Sparatoria in strada a Rondissone oggi, giovedì 13 ottobre, poco prima dell'ora di cena.

Le circostanze sono tuttora da chiarire ma è certo che due italiani di 28 e 54 anni, Bruno Lazzaro di Volpiano e Rocco Marano di Torrazza Piemonte, sono finiti in ospedale a Chivasso. Il primo ha riportato una ferita alla coscia destra e si è recato all'ospedale con mezzi propri (ha detto di essere andato a piedi, ma la sua versione non è credibile visto che il luogo degli spari dista 15 chilometri). Il secondo è stato trasportato da un'ambulanza dal 118 in quanto è stato trafitto da un proiettile a un gluteo. E' stato operato e, come nel caso dell'altro, le sue condizioni non destano preoccupazioni.

Al momento è chiaro solo il luogo della sparatoria, che è via Carpi 10, dove sono intervenuti i soccorsi per Marano. Dai primi riscontri sembrerebbe che i due non si siano sparati a vicenda ma siano stati raggiunti dai colpi esplosi da una terza persona. Tutto porta al mondo della criminalità: entrambi hanno precedenti penali e il più giovane dei due, in particolare, era stato arrestato nel 2015 col fratello 20enne per spaccio di droga. Un terzo fratello, Salvatore Lazzaro, però, è morto assassinato due anni fa a Sorianello, in provincia di Catanzaro, con due colpi di fucile a pallettoni mentre era in casa agli arresti domiciliari.

Quest'ultimo dettaglio apre scenari decisamente più inquietanti, che chiamano in causa la criminalità organizzata. Sulla circostanza sono chiaramente in corso gli approfondimenti dei carabinieri. In ogni caso, si è trattato di un agguato o di un regolamento di conti. I due feriti, nonostante la loro vita sia stata messa in pericolo, si stanno rifiutando di collaborare con i carabinieri.

Le indagini sono condotte dai militari della compagnia di Chivasso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Esplosione e incendio distruggono la tensostruttura, fiamme nei locali e nube di fumo

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo un giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Le "soffia" il parcheggio e lui scende dall'auto, la insulta e le stringe il collo

Torna su
TorinoToday è in caricamento