Un canale per gli spacciatori: a Porta Palazzo si chiedono interventi

I cittadini del lungo Dora Napoli avrebbero segnalato le vie di fuga utilizzate dagli spacciatori della zona. Si tratta di canali presenti sul lungo Dora Agrigento. Il quartiere ha chiesto provvedimenti

A Borgo Dora è di nuovo allarme spaccio. Ogni sera i postini della droga utilizzano i canali della Dora per scappare dalle forze dell’ordine o semplicemente per trovare un rifugio dove nascondere la merce. I soliti spacciatori che da tempo gravitano tra Porta Palazzo e borgata Aurora hanno così trovato un nuovo metodo per continuare la loro illecita attività. Secondo alcuni commercianti della zona si tratterebbe di un gruppetto risicato.

Secondo i residenti che abitano proprio a due passi da quel tunnel degli orrori, invece, si tratterebbe di una vera e propria banda che agirebbe furtivamente tra la pista ciclabile di lungo Dora Agrigento e il lungo Dora Napoli. “Sono almeno sei anni che chiediamo di mettere delle grate per porre fine a questo orrore – raccontano senza paura due residenti che si fanno promotori del disagio di un intero quartiere -. Siamo stufi di avere a che fare con i pusher. Ogni sera li vediamo infilarsi in quel canale. Ci hanno anche minacciato, pretendono il nostro silenzio”.

Ma i cittadini del quartiere non sembrano aver voglia di nascondersi dietro un dito. E minacciano di scendere a decine in strada per chiedere un aumento della sicurezza. “Abbiamo anche chiesto delle telecamere, almeno un paio – continuano i due anziani -. Ma costavano troppo e quindi non è stato fatto nulla. Noi però non vogliamo continuare a vivere nella paura”. Lungo la pista ciclabile del lungo Dora il viavai di tossici e spacciatori non si è mai arrestato del tutto, anche se gli amanti del buco hanno cominciato a diminuire settimana dopo settimana. Merito dei controlli delle forze dell’ordine.

Diversa è la realtà degli spacciatori. I venditori di white entrano in scena puntuali e indisturbati nel tardo pomeriggio. ”La precedente amministrazione non ha fatto nulla per sigillare quel tunnel – chiosa Leonardo Dedda, signor civico della circoscrizione Sette -. I problemi, però, non si sono risolti da soli. E anzi la situazione è persin peggiorata, tra il malumore dei residenti”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Ragazza investita dal treno, morta: è stato un incidente. Circolazione ferroviaria bloccata

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

Torna su
TorinoToday è in caricamento