Ai domiciliari dopo averla picchiata, bombarda di sms il cellulare dell'ex compagna

I carabinieri hanno arrestato, per la seconda volta in tre settimane, un 30enne di Rondissone

immagine di repertorio

Tre settimane fa era stato arrestato per avere rotto il naso alla compagna, davanti al supermercato Conad di San Benigno Canavese.

Messo ai domiciliari, l'uomo, un 30enne italiano di Rondissone, non si è perso d'animo e ha continuato a bombardare il cellulare della donna, un'italiana di 50 anni, con una serie di messaggi a ripetizione. I carabinieri, che stavano monitorando la situazione, non hanno potuto fare altro che arrestarlo per la seconda volta su disposizione del tribunale di Ivrea. 

La donna non era guarita dalle botte prese l'ultima volta. Lui, ora, si trova nel carcere di Ivrea.

Potrebbe interessarti

  • Pesche alla piemontese: un dolce estivo, leggero, veloce e facile da preparare

  • Il Farò di San Giovanni, speriamo che la pira caschi dalla parte giusta!

  • Il gelato secondo i torinesi: dibattito aperto alla ricerca della gelateria preferita

  • Le migliori vinerie: dove comprare il vino sfuso a Torino

I più letti della settimana

  • Il destino è stato più veloce di Luigi, che era appena diventato papà di una bambina

  • Morto in casa da giorni, i suoi cani sbranano il corpo

  • Tragedia nel cortile: bimba piccola investita dall'auto della mamma, morta

  • Alimenti putrefatti, blatte, scarafaggi ed escrementi: chiuso il panificio-pasticceria

  • Cade con la moto e sbatte la testa contro il marciapiedi, ragazzo morto

  • Meteo: addio ai temporali, arriva il super caldo

Torna su
TorinoToday è in caricamento