Occupazione ex Moi, il diktat della sindaca: "Prima il censimento poi lo sgombero"

Mancano ancora le risorse per risolvere la situazione dell'ex villaggio olimpico di via Giordano Bruno

L'occupazione del Moi

Le palazzine del Moi verranno liberate, ma solo dopo il censimento degli occupanti. Non prima. 

In consiglio comunale la sindaca di Torino, Chiara Appendino ha effettuato l’attesa comunicazione sulla vicenda dell’ex villaggio olimpico di via Giordano Bruno.

Nella vicenda ci sono tre distinti soggetti – spiega Appendino -. La Città che ha un impegno per garantire la vivibilità del quartiere, la proprietà immobiliare – che ha dei diritti ai quali dobbiamo dare risposta – e gli occupanti, in particolare i profughi regolari ai quali vanno garantiti i loro diritti e che vivono attualmente in condizioni non dignitose”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 “Dopo aver fatto il censimento - ha evidenziato il sindaco -, procederemo alla liberazione delle palazzine una alla volta: si tratta di una scelta condivisa con il Prefetto”. Ma prima bisognerà trovare le risorse “che oggi non ci sono” conclude Appendino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insetti in casa: la scutigera, l'insetto (utilissimo) che mangia gli altri insetti

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • L'eclissi penombrale della Luna Fragola: questa sera il vero spettacolo è nel cielo

  • Tempesta sul Torinese: zone allagate, paesaggi imbiancati e numerosi disagi

  • Piemonte riaperto da mercoledì in entrata e uscita, stop all'obbligo di mascherine all'aperto

  • Tragedia nel palazzo: morto dopo essere caduto nel vano ascensore

Torna su
TorinoToday è in caricamento