I gattini "sfrattati" dalla Continassa finiranno al parco della Colletta

I venti mici prigionieri del cantiere della Juventus sono stati recuperati dai volontari dell'Enpa. La loro prossima destinazione sarà il parco della Colletta, alle spalle del cimitero Monumentale

Una nuova casa per i gattini strappati al rudere della Continassa. I venti mici prigionieri del nuovo cantiere Juventus troveranno casa presso il parco della Colletta, in un grazioso recinto di periferia in via Zanella, dietro il cimitero Monumentale di corso Novara. La Città di Torino rimetterà in sesto l'area del parco della Colletta per offrire un accogliere spazio ai mici sfrattati dalla Continassa e dalle Vallette. Ovviamente i nuovi ospiti saranno prima identificati e poi sterilizzati. Una degna conclusione della vicenda secondo l'Enpa di Torino.

“Alla Colletta c'è uno spazio enorme – spiegano dalla sezione di via Germagnano -. Daremo loro una collocazione ottimale e di sicuro migliore di quella dove hanno vissuto in questi ultimi anni”. Spazio anche alle polemiche. Per Eraldo Bellini, il presidente dell’associazione Parco Animalista di Piazza d’Armi, la scelta del parco è “sbagliata”. “Bisogna salvare i gatti della Continassa, li vogliono rinchiudere in un lager”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Lotto, centrate due quaterne nello stesso paese: valgono 240mila euro

  • Scontro fra tre veicoli, uno travolge un ciclista: muore sotto gli occhi della moglie

Torna su
TorinoToday è in caricamento