“Droga fai da te” con produzione in proprio: blitz nelle serre clandestine, due arrestati 

A Gassino Torinese e Coazze

Immagine di repertorio

Fare affari con la produzione “fai-da-te” di hashish e marijuana. Il fenomeno sta aumentando in modo esponenziale e solo negli ultimi due giorni i carabinieri del comando provinciale di Torino hanno individuato e sequestrato due serre clandestine. 

Alle 23 di lunedì sera, 30 settembre, a Gassino Torinese, i carabinieri di Castiglione Torinese hanno arrestato un 36enne italiano, con precedenti di polizia, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. La perquisizione a casa ha permesso di sequestrare: 16 piantine di varia altezza di marijuana, 7 piante in essiccatura, 8 grammi di marijuana contenuti vaso in vetro, 16 grammi in foglie, un deumidificatore utilizzato per l’essiccatura delle piante, due grinder con evidenti tracce di sostanza stupefacente, 1 coltello con lama di cm 6 con tracce stupefacente, 1 paio di forbici con evidenti tracce di sostanza stupefacente, una bilancia digitale.

Martedì 1 ottobre, a Coazze, i carabinieri hanno arrestato in flagranza per detenzione e spaccio di droga un agricoltore italiano di 28 anni. Durante la perquisizione domiciliare sono state sequestrate 31 piante di marijuana con altezza variabile tra 70 cm e 2 mt circa, fiori di marijuana pari a 2,4 kg, un barattolo contenente infuso di marijuana, svariati semi della medesima sostanza, materiale per la coltivazione ed il confezionamento, due bilancini di precisione, nonché una carabina ad aria compressa, cal. 4,5, priva di matricola.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo un giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Le "soffia" il parcheggio e lui scende dall'auto, la insulta e le stringe il collo

Torna su
TorinoToday è in caricamento