Si presentano al campo nomadi per sequestrare un camper, trovano 50 persone a opporsi

Alla fine il provvedimento riesce

I carabinieri al campo nomadi di Carmagnola (immagine di repertorio)

Si presentano al campo nomadi per sequestrare un camper, ma trovano un gruppo di una cinquantina di residenti (tutti di etnia sinti) che tentano di impedire il provvedimento.

E' quanto accaduto nell'ultima settimana, a fine dicembre 2018, ai carabinieri della stazione di Carmagnola, che si sono recati nell'area di via Cappellino per mettere i sigilli al mezzo, del valore di 70mila euro, che sarebbe stato acquisito mediante una truffa e comunque non completamente pagato.

Nel corso della protesta una donna è salita sul camper insieme a suo figlio piccolo allo scopo di evitare il sequestro. Alla fine i militari sono riusciti a farla ragionare e lo hanno portato via.

Nel corso dell'operazione sono state effettuate anche alcune perquisizioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento