Concerto di Vasco Rossi, sfilza di bottiglie di vetro sequestrate

La merce sequestrata dalla polizia municipae

Quasi 4mila bottiglie di vetro sequestrate durante i due giorni di concerto di Vasco Rossi allo Stadio Olimpico. Il dispositivo di ordine e sicurezza pubblica, implementato per le due serate, ha visto impegnati numerosi agenti dalla polizia di Stato e dalla Municipale per un totale di oltre 500 unità.

19 persone denunciate e 3500 bottiglie sequestrate dalla Polizia di Stato

La Divisione PAS della Questura di Torino ha denunciato 19 persone. Undici per contraffazione e ricettazione, 8 per inosservanza di provvedimenti dell'autorità poiché vendevano bottiglie in vetro. Complessivamente la Polizia di Stato ha sequestrato quasi 3.500 bottiglie in vetro e 238 capi contraffatti con l'immagine del cantante Vasco Rossi. Elevate anche 22 sanzioni amministrative: 19 per vendita ambulante senza licenza e 3 per vendita abusiva di biglietti.

3.157 articoli sequestrati dalla Polizia Municipale

Il bilancio finale consiste in 15 sanzioni amministrative per violazioni alle norme commerciali, 3 sequestri amministrativi di merce non deperibile, 5 sequestri giudiziari, 3 denunce per inosservanza ad ordini impartiti dall'Autorità (art 650 Codice Penale), 2 denunce per ricettazione e falsificazione marchi, 12 rinvenimenti di merce non deperibile, per un totale di 3.157 pezzi sequestrati o rinvenuti di cui 297 bottiglie in vetro - 569 pezzi di merce contraffatta varia - 2.291 pezzi venduti senza autorizzazione (scarpe-giubbotti-braccialetti, gadget e bottiglie acqua in plastica.   
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo un giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Le "soffia" il parcheggio e lui scende dall'auto, la insulta e le stringe il collo

Torna su
TorinoToday è in caricamento