Oltre 20mila gadget targati Juve contraffatti: sequestrato il deposito dei falsari

Più di 20mila gadget fasulli targati Juventus erano stipati in diversi capannoni nelle campagne di Verolengo. Ad insospettire i militari un furgone sito davanti allo Juventus Stadium, stracolmo di magliette contraffatte

Una brutta sorpresa per chi ha acquistato magliette, cappellini, sciarpe e gadget targati Juventus dai rivenditori che albergavano fuori dallo stadio torinese: la maggior parte di questi, infatti, erano contraffatti.

A scoprire l'inganno i Baschi Verdi della Guardia di Finanza di Torino che, in un deposito nelle campagne di Verolengo, hanno trovato 20mila accessori bianco-neri completamente falsi. A pagarne le conseguenze, due uomini di 60 e 44 anni, denunciati per immissione in commercio di articoli contraffatti. A destare i sospetti dei militari che hanno potuto successivamente risalire al deposito di Verolengo, un furgone sito davanti allo Juventus Stadium nella giornata di domenica, all'interno del quale erano stipate oltre 1500 t-shirt fasulle pronte alla vendita.

Solo l'ennesimo episodio, dopo il sequestro avvenuto pochi giorni fa in una fabbrica dello stesso tipo, sequestro che ha condotto i militari ad approfondire la questione, attraverso diversi controlli messi a punto davanti allo Juventus Stadium durante l'ultima giornata di campionato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento