Camorra, sotto sequestro un ristorante di Torino: tra i proprietari Cannavaro

Il locale fa capo all'omonima società di ristorazione che vede tra i propri soci anche il calciatore Fabio Cannavaro, ex capitano della nazionale italiana. Cannavaro, va sottolineato, non è indagato

L' operazione della Dia di Napoli contro riciclaggio, usura e reinvestimento di capitali illeciti in locali pubblici da parte dei clan della camorra sfiora anche la città di Torino. E' stato sequestrato il celebre ristorante-pizzeria "Regina Margherita", in Piazza Savoia, in zona Quadrilatero Romano. Il locale fa capo all'omonima società di ristorazione che vede tra i propri soci anche il calciatore Fabio Cannavaro, ex capitano della nazionale italiana. Cannavaro, va sottolineato, non è indagato e ha reso dichiarazioni spontanee davanti ai pm che conducono l'inchiesta.

(ANSA)

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

  • Funghi, come raccoglierli in sicurezza

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Due auto e una moto si scontrano: feriti i tre conducenti, strada chiusa

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

Torna su
TorinoToday è in caricamento