Scippa anziana al mercato e viene aggredito dagli ambulanti

Incredibile episodio in piazza Foroni. Ieri mattina una pensionata si è vista sottrarre la collanina da un ladro. In suo aiuto sono arrivati gli ambulanti che hanno malmenato l'uomo

C’è chi passa direttamente al metodo del fai-da-te per liberarsi dei problemi. E uno dei tanti scippatori che aleggiano nel quartiere Barriera di Milano lo ha capito, a sue spese, ieri mattina. Dopo aver strappato la catenina dal collo di una povera anziana della zona il delinquente, un uomo di origine africana, pensava di averla fatta franca. Ma questa volta le cose sono andate diversamente. Alcuni ambulanti, stufi di avere a che fare con abusivi e balordi, hanno lasciato i loro banchi, hanno rincorso e acchiappato l’uomo impartendogli una lezione da non dimenticare.

Gli operatori hanno recuperato il bottino ma il malvivente nonostante i calci e i pugni presi è riuscito comunque a darsela a gambe. Il difficile, da parte dei diretti interessati, è stato poi raccontare alle forze dell’ordine quanto era appena successo. Tuttavia quella di piazza Foroni, pur con le sue mille sfaccettature, rimane una storia a lieto fine. La storia di un gruppo di persone che hanno deciso di ribellarsi al degrado. La vittima, va detto, è stata aggredita mentre si accingeva a far ritorno a casa con le borse della spesa.

Il ladro, che probabilmente la stava tenendo d’occhio da qualche minuto, ci ha messo un attimo per strapparle la catenina ma la sua fuga tra i clienti e gli addetti del mercato non è durata molto. L’episodio non può far altro che riportare alta l’attenzione su Barriera di Milano dove da troppo tempo si susseguono denunce per spaccio, schiamazzi e risse. Non a caso in piazza Foroni è allestito da un paio di settimane un banchetto che ha già raggiunto 800 firme e punta ad arrivare a mille.

A portare avanti la petizione per ottenere la pattuglia interforze nel mercato e nelle vie limitrofe sono quei cittadini che nel quartiere sono nati e cresciuti. “Episodi come questo sono all’ordine del giorno – ha dichiarato il consigliere del gruppo misto di maggioranza della circoscrizione Sei Fabrizio Genco, promotore dell’iniziativa -. Per questo stiamo continuando a raccogliere le firme. La petizione verrà poi consegnata in Comune di Torino assieme alle foto raccolte dagli abitanti”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • non si tratta di un linciaggio,certamente l'arresto con processo per direttissima con tre mesi con la condizionale non insegnano niente,invece un dente rotto il naso storto vieno di lividi e dolorante,sicuramente cambia mercato e ci pensa due volte,chi pensa che non sia stata fatta una cosa giusta prima di mettere il commento pensare e se era mia mamma o la mia nonnina....penso che la storia sia a lieto fine

  • si, in effetti nessun lieto fine: è riuscito ancora a rialzarsi e a scappare. Peccato

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Perde il controllo della moto sull'asfalto viscido: centauro muore sul colpo

  • Cronaca

    Tragedia in cantiere: operaio muore sotto il crollo di uno scavo

  • Cronaca

    Carrozzeria devastata da un incendio: due operai intossicati

  • Attualità

    La mongolfiera di Borgo Dora continuerà a volare: c'è un compratore

I più letti della settimana

  • Più 42 nuovi negozi e 600 addetti: Settimo Cielo è il parco commerciale più grande d’Italia

  • Investita da un’auto mentre attraversa la strada: donna morta

  • Investita all'ultimo mese di gravidanza: caccia al pirata della strada. Poi parto miracoloso in ospedale

  • Tragedia nell'azienda: morto un giovane ingegnere

  • Una città intera piange Mattia: aveva solamente sei anni

  • Tempo libero, cosa fare a Torino e dintorni sabato 25 e domenica 26 maggio

Torna su
TorinoToday è in caricamento