Lunedì 5 dicembre sciopero di quattro ore della Gtt: mezzi pubblici a rischio

Per lunedì prossimo i sindacati di base della Gtt hanno proclamato una sciopero di quattro ore. Possibili disagi per chi utilizza i mezzi pubblici nelle fasce orarie prestabilite

Lunedì 5 dicembre il servizio dei mezzi pubblici Gtt potrebbe non essere garantito in tutta la giornata a causa di uno sciopero indetto dalle Usb Trasporti. Gli orari in cui si potrebbero riscontrare problemi sono divisi in fasce orarie:

    - Servizio urbano e suburbano della Città di Torino (escluse le linee 19, 43 e 46b): dalle ore 15.00 alle ore 19.00
    - Metropolitana: dalle ore 15.00 alle ore 19.00
    - Autolinee extraurbane e linee 19, 43 e 46b del servizio urbano della Città di Torino: dalle ore 10.30 alle ore 14.30
    - Ferrovie Canavesana e Torino-Ceres: dalle ore 10.30 alle ore 14.30

Nonostante lo sciopero, sarà assicurato il completamento delle corse in partenza entro l’orario di inizio dello stesso. Potrebbe, inoltre, avere ripercussioni sui diversi servizi gestiti da Gtt, con conseguenti possibili disagi per la clientela.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Morto durante una gastroscopia: la causa potrebbe essere l'anomalia di un macchinario

  • Cronaca

    Trancia un tubo del gas mentre sta tagliando il fieno

  • Cronaca

    Scippa la collanina ad una donna: poliziotto fuori servizio riesce ad arrestarlo

  • Cronaca

    Violenta e mette incinta una bimba di 11 anni: condannato a sette anni

I più letti della settimana

  • Ritrovata la 28enne scomparsa durante un rave party

  • Auto contro un albero nella notte: morto un uomo, tre feriti

  • Imprenditore torinese e la moglie uccisi in strada, l’agguato in Colombia

  • Prende a spallate la porta della casa che vuole svaligiare, ma dentro ci sono 3 ragazzini

  • Il camion in retromarcia colpisce l'autobus pieno di passeggeri: diversi feriti

  • L'ingegnere muore e lascia in eredità al Comune 820mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento