Lunedì 5 dicembre sciopero di quattro ore della Gtt: mezzi pubblici a rischio

Per lunedì prossimo i sindacati di base della Gtt hanno proclamato una sciopero di quattro ore. Possibili disagi per chi utilizza i mezzi pubblici nelle fasce orarie prestabilite

Lunedì 5 dicembre il servizio dei mezzi pubblici Gtt potrebbe non essere garantito in tutta la giornata a causa di uno sciopero indetto dalle Usb Trasporti. Gli orari in cui si potrebbero riscontrare problemi sono divisi in fasce orarie:

    - Servizio urbano e suburbano della Città di Torino (escluse le linee 19, 43 e 46b): dalle ore 15.00 alle ore 19.00
    - Metropolitana: dalle ore 15.00 alle ore 19.00
    - Autolinee extraurbane e linee 19, 43 e 46b del servizio urbano della Città di Torino: dalle ore 10.30 alle ore 14.30
    - Ferrovie Canavesana e Torino-Ceres: dalle ore 10.30 alle ore 14.30

Nonostante lo sciopero, sarà assicurato il completamento delle corse in partenza entro l’orario di inizio dello stesso. Potrebbe, inoltre, avere ripercussioni sui diversi servizi gestiti da Gtt, con conseguenti possibili disagi per la clientela.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Topi e nutrie diventano spiedini da street food: il sequestro in strada

  • Incidenti stradali

    Donna investita con la moto da un pirata, scappato perché l'aveva 'rubata' al papà

  • Cronaca

    Sassaiola contro l'ambulanza al campo nomadi, i soccorritori costretti alla fuga

  • Cronaca

    Donna scomparsa nel nulla: l'allarme dei familiari

I più letti della settimana

  • Juventus-Napoli streaming e TV: dove vedere la partita in diretta

  • Topi e nutrie diventano spiedini da street food: il sequestro in strada

  • Furgone e auto si scontrano in tangenziale: morto un uomo

  • Moto si scontra contro un'auto all'incrocio, morto il centauro

  • Esce di strada e finisce contro un'auto parcheggiata: in ospedale

  • Esplosione in una carrozzeria: auto, arredi e finestre distrutti

Torna su
TorinoToday è in caricamento