La Tekfor chiede la cig per crisi, i lavoratori bloccano i cancelli

Hanno scioperato per quattro ore, bloccando i cancelli della fabbrica. I lavoratori Tekfor chiedono che vengano utilizzati i contratti di solidarietà, "perché la situazione è sempre più drammatica"

Contro la decisione della Tekfor di mettere in cassa integrazione i lavoratori della propria azienda, c'è stato uno sciopero di quattro ore e il blocco ai cancelli della fabbrica da parte dei dipendenti. La Tekfor produce componenti in particolare per Fiat Powertrain e ha stabilimenti ad Avigliana e Villar Perosa. La decisione di aprire la procedura per la cassa integrazione è stata presa anche a fronte dei 50 esuberi dichiarati.

I dipendenti della Tekfor sono in tutto 360. La cassa integrazione è stata motivata con i problemi di mercato e le difficoltà della proprietà, il gruppo automobilistico tedesco Neumayer. Ma i lavoratori non vogliono sentirne parlare: "Respingiamo le richieste dell'azienda - afferma Vittorio De Martino della Fiom - e chiediamo che si utilizzino i contratti di solidarietà. Il quadro è sempre più drammatico perché le situazioni di crisi aumentano anche per il mancato avvio degli investimenti Fiat".

Per lunedì prossimo sono previste altre otto ore di sciopero, proprio nel giorno in cui è stato convocato un incontro presso l'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Sciopero mezzi pubblici venerdì 24 gennaio: i dettagli

  • Incendio divampa nell'appartamento al nono piano, famiglia con bimbe piccole messa in salvo

Torna su
TorinoToday è in caricamento