menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Confermato lo sciopero generale del 18 ottobre, fermi i mezzi pubblici Gtt

Lo sciopero indetto per lo scorso 9 settembre è slittato al 18 ottobre. Le organizzazioni sindacali hanno confermato la giornata di protesta nazionale. A Torino si fermano i mezzi pubblici, garantite fasce orarie

E' stato confermato lo sciopero generale del prossimo 18 ottobre. Tutte le categorie del mondo del lavoro, tra cui i precari, i disoccupati, i pensionati, i migranti e gli studenti saranno coinvolti nella giornata nazionale promossa dalle organizzazioni sindacali.

"Lo sciopero dell'intera giornata sarà articolato - spiegano dall'Unione Sindacati di Base -, nel settore dei servizi pubblici essenziali, assicurando le fasce di garanzia per gli utenti". Proprio i trasporti a Torino subiranno uno stop di 24 ore, uno sciopero dei mezzi pubblici indetto per lo scorso 9 settembre, ma spostato per farlo coincidere con quello nazionale.

Fasce orarie protette:

- Servizio urbano e suburbano della Città di Torino: dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00
     
- Metropolitana: dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00
     
- Autolinee extraurbane: da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30
     
- sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri (ferrovia Canavesana) e sfmA Torino-Aeroporto-Ceres: da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30

Sempre per quanto riguarda la città di Torino, lo sciopero generale servirà ai sindacalisti Usb per portare alla luce alcuni problemi interni alla Gtt. "Vogliamo opporci alla vendita dell'azienda - ci aveva spiegato Leonardo Locci, il segretario regionale Usb dei Trasporti del Piemonte -. Privatizzare significa un aumento dei costi rispetto al servizio pubblico, già solo per la manutenzione dei mezzi di trasporto perché verrebbero affidate a società terze, e darebbe una precarietà a tutti i dipendenti del Gruppo Torinese Trasporti".

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Dopo quasi cinquant'anni, risolto il giallo del cadavere senza nome

    • Cronaca

      Il Giro d'Italia si conclude a Torino: il percorso di due giorni di festa

    • Cronaca

      Blitz della polizia, controllati tutti i negozi nelle vie dello spaccio

    • Cronaca

      Furto sul tram 4: ladri rintracciati grazie all’app per cellulare, due arresti 

    Torna su