Sci d'erba al Parco del Nobile: la stagione 2016-2017 è aperta a tutti

Sulla collina torinese c'è una vera pista da sci, con tanto di impianto di risalita: al posto della neve si vola sull'erba

Sciare senza andare in montagna e senza aspettare la neve, naturale o artificiale che sia. A Torino è possibile farlo a pochi chilometri dal centro cittadino, grazie alla pista per sci d’erba realizzata nel maggio scorso al Parco del Nobile, sulla collina torinese, dove è stata appena inaugurata la stagione 2016-2017.

L’attività è aperta alle persone disabili e ai normodotati: si tratta di un’iniziativa unica al mondo e nata nel territorio torinese e piemontese grazie all’impegno di Rotary – Distretto 2031 del Piemonte e Soroptimist International d’Italia Club Torino, che hanno fornito l’attrezzatura per la pratica della disciplina; insieme a loro l’Associazione Sportiva Sportdipiù, cui è stata affidata la gestione dell’attività al Parco del Nobile, e di recente si è affiancata nel ruolo di gestione l’ASD GreenSki Torino.

Il campo del Parco del Nobile è situato in Strada Vicinale del Nobile 86. Qui gli “sciatori urbani” hanno a disposizione un’area completamente attrezzata con impianto di risalita, parcheggio, servizi igienici, bar e deposito per il materiale. Quella dello sci d’erba a Torino si presenta quindi come un’attività a chilometro zero, ecologica e accessibile a tutti, molto simile al classico sci alpino. Non a caso uno dei progetti per l’immediato futuro è la presentazione dello sci d’erba nelle scuole, con eventuali dimostrazioni sul campo. In pista ci sono anche sette tecnici CSEN di sci d’erba riconosciuti dal CONI, che dopo il superamento dell’esame hanno ottenuto l’abilitazione all’insegnamento della disciplina con corsi per ragazzi e adulti, oltre all’attività libera.

Questo weekend, sabato 22 e domenica 23 ottobre, i torinesi hanno l’occasione per conoscere da vicino questa disciplina sportiva attraverso gli Open Day in programma. In entrambi i giorni il campo del Nobile rimarrà aperto dalle 10.30 alle 18.30, permettendo a curiosi e appassionati, esordienti e amatori, di osservare e provare lo sci d’erba.

Per praticare lo sci d’erba al Parco del Nobile bisogna tesserarsi per la società GreenSki Torino. Per l’utilizzo del campo e degli sci e per l’affiancamento a tecnici CSEN è necessario associarsi all’ASD GreenSki Torino (quota annuale 15 €, valida dall’1 settembre al 31 agosto e comprensiva di assicurazione obbligatoria CSEN). I corsi, per bambini e per adulti e riservati ai soci, si organizzano su appuntamento il mercoledì, il sabato e la domenica, organizzati in base al livello tecnico degli allievi. Chi non ha il materiale per praticare l’attività (bastoni, scarponi e protezioni) può noleggiarlo presso alcuni negozi convenzionati: Jolly Sport (via Nizza 51/53) e La Glisse (via Amerigo Vespucci 50). L’attività di sci d’erba al Parco del Nobile rimarrà aperta anche in inverno, a patto che le condizioni climatiche (pioggia e neve) ne permettano il regolare svolgimento.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Tir sbanda ed esce dalla tangenziale rimanendo su un fianco: carico di carne si rovescia nel fosso

  • Cronaca

    Uccisero un giardiniere per errore: chieste due condanne a 30 anni di carcere

  • Cronaca

    Cadavere avvistato nel fiume, difficili le operazioni di recupero

  • Cronaca

    Il suo cane abbaia troppo, i vicini chiamano i carabinieri ma lei li aggredisce: arrestata prostituta

I più letti della settimana

  • Ragazza di 15 anni si suicida nel parco: il suo corpo trovato impiccato a un albero

  • Daniele è stato ritrovato: un telespettatore chiama la trasmissione televisiva

  • Impresa Champions, Ronaldo festeggia al ristorante: per lui un'ovazione da star

  • Rapina nel supermercato: banditi armati di pistola fuggono col bottino

  • Accoltella il vicino di casa al culmine di una lite su questioni condominiali: arrestato

  • Intimidazioni e attentati, operazione contro la 'ndrangheta: 16 arresti

Torna su
TorinoToday è in caricamento