Stroncato da un malore su un campo da calcio, aveva una cardiopatia congenita

L'uomo si era sentito male durante una partita di campionato di veterani sul campo da calcio di Mazzè. La procura di Ivrea aveva fermato le esequie predisponendo l'autopsia

Roberto D'Orlando, il 45enne morto sul campo da calcio di Mazzè la scorsa settimana, era affetto da una cardiopatia congenita. Questo è ciò che risulta dall'autopsia, effettuata ieri pomeriggio dalla dottoressa Olga Veglia dopo che le esequie dell'uomo erano state fermate dalla Procura di Ivrea, nella persona di Alessandro Gallo.

L'uomo è stato stroncato da un malore lunedì scorso, nel corso di una partita di campionato dei veterani e a nulla è servito il massaggio cardiaco effettuato dai medici del 118, accorsi immediatamente all'impianto sportivo.

Il medico che ha rilasciato il certificato di idoneità sportiva, un professionista di Settimo Torinese, è stato indagato per omicidio colposo. La Procura di Ivrea ora ha dato il nulla osta per i funerali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccide la madre a coltellate e poi si toglie la vita gettandosi dal nono piano

  • CAAF Cisl a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Perde il controllo dello scooter e si schianta: morto in ospedale

  • CAAF Cgil a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Il piccolo Riccardo non ce l'ha fatta: è morto 36 giorni dopo il terribile incidente in casa

  • Investe una donna sulle strisce con lo scooter e cade: centauro morto in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento