Furto di rame a Moncalieri, circolazione ferroviaria rallentata

I tecnici hanno dovuto lavorare per sei ore per ripristinare la normale circolazione ferroviaria

I disagi e i rallentamenti sulla linea ferroviaria regionale sono durati quasi sei ore. I furti di rame avvenuti questa notte all'interno della stazione di Moncalieri hanno causato ritardi tra i 15 minuti e un'ora a 60 treni, di cui 4 a media e lunga percorrenza.

Un disagio che non è passato inosservato ai tantissimi passeggeri che non hanno potuto fare altro che pazientare. I tecnici della Rete Ferroviaria Italiana hanno lavorato dalle sei di questa mattina, fino quasi all'una di pomeriggio, per riuscire a reintegrare il materiale rubato e ripristinare la circolazione regolare dei convogli. I ladri nella notte si erano portati via una trasformatore, con all'interno una bobina di rame di 50 chili, e 1.650 metri di rame.

I treni coinvolti viaggiavano su linee diverse: coinvolte la Torino-Genova, Torino-Savona, Torino-Piacenza, Torino-Cuneo-Ventimiglia, Torino-Bra-Alba, Torino-Chieri e Torino-Cavallermaggiore.

Nonostante i molti disagi, da Rfi hanno assicurato sulla sicurezza della circolazione ferroviaria. I furti dei cavi in rame hanno attivato i sistemi di sicurezza che governano le tecnologie di gestione del traffico ferroviario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inferno nella notte: bruciano cataste di carta nella ditta, le ceneri volano sui balconi

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Investita da un'auto impazzita alla fermata del bus, è in condizioni gravi

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

Torna su
TorinoToday è in caricamento