Lacio di lacrimogeni, scoppia la protesta al consolato romeno: 1 arresto e 4 feriti

Le proteste si sono fatte più accese a partire dalle 20.30 quando sono stati chiusi i seggi e molte persone non hanno quindi potuto esprimere il loro voto. La polizia ha risposto con i lacrimogeni

Attimi di tensione ieri sera davanti al consolato della comunità romena di via Ancona, affollata già dalle prime luci dell'alba dagli stessi cittadini romeni chiamati a votare i propri rappresentanti in patria. Tensioni che hanno portato ad un arresto e quattro feriti lievi.

Chiuse le urne e, quindi i cancelli del consolato, 50 persone delle 500 che erano ancora in fila e che non avevano quindi potuto esprimere la propria preferenza, hanno cominciato a fare pressione sui cancelli. La protesta è stata talmente accesa che il cordone di polizia, sul luogo fin dal mattino per garantire l'ordine, è stato costretto ad usare alcuni lacrimogeni per sedare i cittadini più agitati.

Solo pochi minuti di calma apparente perchè, qualche istante dopo circa 200 persone sono tornare davanti agli uffici muniti di bottiglie di vetro che hanno preso a lanciare contro la struttura: alcuni di loro, invece, hanno cominciato a rovesciare contro le forze dell'ordine i cassonetti della spazzatura. Anche qui, per disperdere la folla, le forze dell'ordine sono state costrette ad usare i lacrimogeni. Il bilancio del parapiglia è di un arresto e quattro feriti lievi: l'uomo arrestato è romeno, i feriti sono, invece, due romeni e due poliziotti.

I problemi, al consolato di via Ancona si erano verificati sin dalla mattinata con code lunghissime e proteste. Gli elettori, infatti, già nel pomeriggio, avevano denunciato carenze organizzative e ritardi. Per la maggior parte dei presenti, tali attese, sarebbero state create per ad arte per favorire Victor Ponta sul candidato di centro-destra Klaus Iohannis.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tragedia in cantiere: operaio muore sotto il crollo di uno scavo

  • Attualità

    La mongolfiera di Borgo Dora continuerà a volare: c'è un compratore

  • Cronaca

    Compensi troppo bassi per presidenti di seggio e scrutatori: si teme per la defezione di massa

  • Cronaca

    Sembrava amicizia ma era una truffa: arrestata "truffacuori" di professione

I più letti della settimana

  • Più 42 nuovi negozi e 600 addetti: Settimo Cielo è il parco commerciale più grande d’Italia

  • Investita da un’auto mentre attraversa la strada: donna morta

  • Investita all'ultimo mese di gravidanza: caccia al pirata della strada. Poi parto miracoloso in ospedale

  • Tragedia nell'azienda: morto un giovane ingegnere

  • Una città intera piange Mattia: aveva solamente sei anni

  • Brutto incidente in tangenziale: ragazza in ospedale, traffico paralizzato

Torna su
TorinoToday è in caricamento