Cantiere fermo da 15 mesi, da maggio riprendono i lavori al grattacielo della Regione

E' stata firmata una bozza di accordo, siglata dal presidente della Regione Sergio Chiamparino, dalla società Cmb e dal Monte dei Paschi di Siena

Immagine di repertorio

I lavori di costruzione del grattacielo della Regione Piemonte potranno riprendere a partire da inizio maggio, dopo 15 mesi di agonia.

A tal proposito è stata firmata una bozza di accordo per la riapertura del cantiere, siglata dal presidente della Regione Sergio Chiamparino, dalla società Cmb che si farà carico di proseguire i lavori e dal Monte dei Paschi di Siena

Lo ha annunciato, in I Commissione il vicepresidente della Regione Piemonte, Aldo Reschigna, spiegando come verranno ufficialmente separate le responsabilità del contratto precedente.

La Regione non avrà la responsabilità dei danni causati dal fermo di cantiere. E rispetto al contratto iniziale, vengono aggiunti due milioni per le difformità contabili riscontrate.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Il rapinatore senza un dente era l'incubo degli alberghi: smascherato dopo sette colpi

    • Incidenti stradali

      Ragazza travolta da carro di carnevale, è gravissima in ospedale

    • Cronaca

      Mettono a segno due spaccate e il furto di un'auto, poi speronano l'auto dei carabinieri

    • Cronaca

      Scatta l'allarme anticendio all'ospedale, uffici al nono piano invasi dal fumo

    I più letti della settimana

    • Torino Outlet Village è realtà, aperti al pubblico 90 negozi delle migliori firme

    • Scuola evacuata e malori tra gli studenti, allarme nell'istituto tecnico

    • Trova il ladro in casa, lui prima la palpeggia e poi fugge

    • Ragazza travolta da carro di carnevale, è gravissima in ospedale

    • Aggressione fuori dalla discoteca, 37enne accoltella il rivale in amore

    • Maltrattamenti: due cani lanciati dai balconi, uno ha perso la vita

    Torna su
    TorinoToday è in caricamento