Migranti in difficoltà nei boschi: scattano i soccorsi

Tutti recuperati

Foto di repertorio

Nel tardo pomeriggio di domenica 11 novembre 2018 è scattato l'allarme nel comprensorio sciistico di Cesana Torinese. I vigili del fuoco e gli operatori del soccorso alpino sono ancora alla ricerca di un gruppo di migranti che, nel tentativo di superare il confine tra Italia e Francia, hanno riscontrato delle difficoltà a causa del freddo, della nebbia e del territorio impervio e scosceso. 

La chiamata è partita quando il gruppo si trovava tra il Col Saurel e la capanna Gimont. Cinque persone, che presentavano i primi segni di ipotermia, sono già state recuperate e consegnate alle autoambulanze per l’ospedalizzazione. Si trovavano più a bassa quota dove sono stati raggiunti con mezzi fuoristrada. Altri tre sono state recuperate in un secondo tempo nei pressi del colle, dove a causa delle neve non era possibile salire.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alle operazioni hanno partecipato anche i carabinieri e la guardia di finanza. Tutti gli otto sono stati trasportati al punto di primo soccorso di Oulx e all'ospedale di Susa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Ambulante positivo al coronavirus va al mercato a vendere frutta e verdura: denunciato

  • Tragedia nel bosco: ragazzina di 16 anni trovata impiccata a un albero

  • "L'abbraccio tricolore" delle Frecce, lo spettacolo nel cielo di Torino: foto e video

  • Uccide una donna a colpi di pistola nel piazzale del supermercato, poi si costituisce

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

Torna su
TorinoToday è in caricamento