Tradimento con ricatto, donna sborsa tre milioni per tenere all'oscuro il marito

Tre arresti

Immagine di repertorio

Ha dato quasi un milione di euro ai suoi ricattatori affinchè non rivelassero la sua relazione extraconiugale. Ma in realtà, negli anni, i soldi sborsati dalla donna sarebbero molti di più: si parla addirittura di tre milioni fra "regali" e investimenti sbagliati, anche se la malafede del gruppo non è stata provata. La guardia di finanza di Torino ha arrestato nella giornata di martedì 16 gennaio, in seguito alla denuncia del padre della donna coinvolta, l'amante - che sarebbe a capo di tutta la storia - e tre complici, per estorsione in concorso. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La storia clandestina fra i due iniziò tre anni fa e i problemi della donna iniziarono quando gli amici di lui, che lei conosceva, iniziarono a chiederle denaro, quello che lui doveva a loro. Minacciandola di rivelare la relazione al marito, la assillarono per lungo tempo e la convinsero a sborsare parecchi soldi. A fare da tramite fra le parti, l'uomo che poi si è rivelato essere colui che muoveva i fili della storia. Fino a quando il padre della donna, stufo di vedere la figlia in quella situazione, si è deciso a farle bloccare il conto in banca e a sporgere denuncia. L’inchiesta è stata coordinata dal pm Andrea Padalino.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Pane, olio e altri beni primari con i prezzi gonfiati del 200%: denunciato titolare

  • Coronavirus, Università di Torino: "La carenza di vitamina D può aumentare i rischi di contagio"

  • Stanotte torna l'ora legale, lancette in avanti: "Un mix critico col Coronavirus"

  • Il virus si è portato via Franco il Baffo: la cittadina in lacrime per lo storico vigile, politico e sportivo

  • Coronavirus, nuova stretta della Regione: chiusi uffici pubblici e studi professionali fino al 3 aprile

Torna su
TorinoToday è in caricamento