Commerciante scomparso nel 2012, riaperto il caso: si indaga per omicidio

In corso le ricerche del cadavere di Aurelijus Sukionis, commerciante d'auto lituano che fece perdere le sue tracce nel luglio di quattro anni fa

Sono state riaperte le indagini in merito alla scomparsa di Aurelijus Sukionis, avvenuta il 7 luglio 2012 a Vauda Canavese, piccolo comune di poco più di 1000 abitanti in provincia di Torino.

La polizia giudiziaria della Procura di Torino, su delega della magistratura, indaga ora per omicidio, con le ricerche del cadavere tuttora in corso con l’ausilio dei cinofili molecolari.

Aurelijus, di nazionalità lituana e di professione commerciante di auto, ultimamente soggiornava in Italia e, prima di far perdere le sue tracce, stava aspettando i due figli dalla Lituania per passare insieme a loro le vacanze in Liguria. Le ultime segnalazioni sono state fatte da due suoi amici, che nei giorni della scomparsa lo hanno visto rispettivamente nel suo bar di Torino e a bordo della sua auto, un’Alfa Romeo 147 con targa lituana e di colore verde, che non è mai stata ritrovata. Al momento della scomparsa Aurelijus aveva 42 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Bimba di sette anni morsa da una vipera mentre passeggia con i genitori: è grave

  • Piemonte riaperto da mercoledì in entrata e uscita, stop all'obbligo di mascherine all'aperto

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Mascherine obbligatorie questo fine settimana anche all'aperto, ma solo nei centri abitati

Torna su
TorinoToday è in caricamento