Amianto: la Regione Piemonte vara un piano da 25 milioni di euro in 5 anni

Saranno completate le bonifiche dei siti di Balangero e Casale, verrà censito l'amianto presente sull'area piemontese e rimosso quello nelle scuole e negli edifici pubblici

E' stato varato dalla Giunta regionale del Piemonte, un piano amianto da 25 milioni in cinque anni. Il documento prevede il completamento della bonifica dei due siti di Balangero in provincia di Torino e Casale Monferrato nell'alessandrino e il censimento da parte dell'Arpa dell'amianto presente su tutto il territorio piemontese, oltre che la rimozione di quello più pericoloso a cominciare dagli edifici pubblici e dalle scuole.

Per questa operazione l'assessore all'Ambiente della Regione, Alberto Valmaggia, prevede che ci vorranno dieci anni di tempo. Per Balangero e Casale erano già stati destinati 80 milioni.
Il documento in questione - "Piano regionale di protezione dell'ambiente, di decontaminazione, di smaltimento e bonifica per la difesa dai pericoli derivanti dall'amianto per il gli anni 2015-2019" - prima dell'approvazione, dovrà essere esaminato dal Consiglio regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

Torna su
TorinoToday è in caricamento