Recuperato l’aeromobile Drago 66, protagonista di un atterraggio d’emergenza

Nelle Valli di Lanzo. Stava rientrando da un soccorso ed era rimasto bloccato su uno spuntone di roccia in mezzo alla nebbia

L'elicottero "parcheggiato" nel bosco

Drago 66, l'elicottero dei vigili del fuoco, era “parcheggiato” su un costone del Monte Corno sopra Cafasse da giovedì 9 febbraio a causa di un atterraggio d’emergenza nella nebbia durante un volo di addestramento.

Giovedì il pilota è stato costretto ad atterrare su una pista tagliafuoco, una stradina che passa attraverso i boschi e la squadra ad abbandonare il velivolo che oggi è stato recuperato. 

Sono state smontate le pale ed è stato predisposto tutto l’occorrente per l’operazione che ha richiesto l’intervento dei un altro elicottero, “fratello maggiore” di Drago 66. Grazie all’Erickson Air Crane S-64, del corpo forestale dello Stato, Drago 66 è ritornato alla base trasportato in volo agganciato a un cavo d'acciaio.

Era rimasto in volo stazionario per 20 minuti poi era stato adagiato a terra dopo l'intervento di disboscamento dagli aerosoccoritori calati con il verricello.

LA FOTOGALLERY E IL VIDEO DEL RECUPERO:

 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • Bidoni della spazzatura, puliti ed igienizzati: addio cattivi odori

  • La mentuccia, l'erba aromatica buona e salutare

  • Il Barbecue perfetto:  6 regole fondamentali

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Scendono a cambiare la gomma a terra, passa un'auto e li travolge: due morti e un ferito

  • Tragedia nella notte: ucciso un uomo dopo un violento litigio

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

  • Caos in coda al concerto di Eros: 700 fan costretti a rimanere fuori

  • Accende il gas per preparare il caffé e la cucina esplode: ustionata una torinese

Torna su
TorinoToday è in caricamento