Aumentano gli incidenti in Piemonte, a Torino 12 morti in ottobre

Secondo l'ultimo rapporto, al primo posto c'è il mancato rispetto della segnaletica. Le categorie più a rischio sono anziani, pedoni e motociclisti

Torna purtroppo a salire il numero degli incidenti stradali in Piemonte. A dirlo è l’ultimo rapporto pubblicato dal Centro di monitoraggio regionale della sicurezza stradale, che segnala tra l’altro Torino come città in cui si verifica il maggior numero di scontri mortali, assieme a Cuneo e alle zone montane.

Quali le maggiori cause di questi numeri? Nell’ordine, al primo posto c’è il mancato rispetto della segnaletica stradale, seguita dall'eccesso di velocità e dal mancato rispetto delle distanze, mentre la guida sotto l’effetto di alcool e stupefacenti è – forse con qualche sorpresa – solamente al quarto posto. Le tre categorie più a rischio sono invece gli anziani, i pedoni e i motociclisti. Il rapporto dice inoltre che in ambito urbano si verifica il 73,4 degli incidenti, segnalando tuttavia un aumento dei decessi su strade statali e autostrade. 

Per quanto riguarda Torino, il solo dato del mese di ottobre parla di un totale di 470 incidenti con lesioni, i quali hanno causato 12 morti e 684 feriti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento