"Legata all'interno dell'auto e violentata". E' tutto falso, denunciata

Aveva raccontato di essere stata rapita e rapinata e di essersi svegliata legata all'interno della sua auto in mezzo alla campagna di San Benigno Canavese. In realtà si è inventata tutto

Aveva raccontato di essere stata rapita e rapinata e di essersi svegliata legata all'interno della sua auto in mezzo alla campagna di San Benigno Canavese. In realtà si è inventata tutto. Lo hanno scoperto i carabinieri interrogandola per trovare qualche indizio al fine di poter fermare il suo aggressore.

"Attraverso un periodo molto complicato della mia vita. Mi sento giù e depressa e la situazione sentimentale non è delle migliori. Anzi è pessima - ha raccontato una volta scoperta -. Ho fatto tutto questo per attirare l’attenzione del mio fidanzato con il quale litigo in continuazione. Ho fatto tutto da sola e solo per riconquistare il mio fidanzato".

La donna ha trent'anni, è diplomata in ragioneria ed è impiegata all'Eni di Settimo. La bugia le è costata una denuncia per procurato allarme e simulazione di reato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consultori: indirizzi e orari a Torino

  • Perde il controllo dello scooter e si schianta: morto in ospedale

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Divampa un incendio nel suo appartamento, donna muore intossicata

  • "Intesa Sanpaolo è nuda", gli Extinction Rebellion si spogliano davanti al grattacielo

  • Perde il controllo dell'auto che si ribalta a lato della carreggiata: grave il conducente

Torna su
TorinoToday è in caricamento