Rapina a mano armata in metro a Bernini, vittima una donna

E' stata seguita e poi rapinata appena scesa in stazione. Vittima una donna che si stava recando a lavoro e che invece ha dovuto consegnare la borsa e il pc sotto la minaccia di un coltello di un malvivente incappucciato

L'entrata della stazione Bernini

Minacciata con un coltello ha consegnato tutto ciò che aveva. Questa mattina una donna è stata rapinata intorno alle 6.30 mentre stava andando a lavoro in metropolitana. Il malvivente l’ha seguita già dalla piazza e aggredita appena entrata in stazione Bernini dall’ingresso Sud, in modo tale che i passanti non potessero vedere nulla.

Dietro la minaccia la donna non ha potuto reagire e ha consegnato le due borse che aveva al rapinatore: in una c’erano soldi, oggetti personali e documenti, nell’altra un computer portatile. Rimasta sotto shock, la vittima è risalita in superficie e ha chiesto aiuto all’edicolante, il quale ha chiamato gli operatori Gtt e le forze dell’ordine. Sul posto sono giunti gli agenti del Commissariato San Donato che hanno raccolto la denuncia della donna, ma non sono riusciti a rintracciare il rapinatore, fuggito subito dopo aver preso il bottino.

“Ecco, un’altra aggressione in metro - tuonano Salvatore Russo e Damiano De Padova della segreteria Ugl di Torino -. Quello che è avvenuto questa mattina evidenzia come non sia infallibile il sistema, ma anzi necessita di una rivisitazione urgente”. “Non basta trasferire il sindacalista scomodo per far sembrare che vada tutto bene - aggiunge Fabio Milloch della segreteria Ugl nazionale -, servono azioni serie e concrete per garantire davvero la sicurezza”.

Ultimamente, non distante dalla stazione Bernini, si sono verificate alcune rapine ai danni di donne da parte di uno straniero armato proprio di coltello. Aggressioni che hanno rischiato di finire nel sangue e che hanno portato martedì scorso al serio ferimento di una ragazza di 26 anni, in corso Vittorio Emanuele II, nei pressi di piazza Rivoli. Che possa trattarsi dello stesso rapinatore - su cui tra l’altro il sindacato di Polizia Ugl ha messo una taglia di 300 euro a chi riuscirà a farlo arrestare - è difficile da dire perché secondo la vittima di questa mattina si sarebbe trattato sì di uno straniero, ma essendo incappucciato non è riuscita a dare più dettagli. Ci penseranno le telecamere di sicurezza della metropolitana a dire qualcosa in più.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento