Sequestra direttrice delle poste e fugge col bottino, caccia al rapinatore

La direttrice è stata liberata dall'inquilina del piano di sopra che ha udito strani rumori provenire dall'ufficio postale. Sull'accaduto indagano i carabinieri di Chivasso

Chiusa per un'ora dentro lo sgabuzzino dell'ufficio postale. E' avvenuto l'altro giorno presso le Poste in via Umberto I, a Foglizzo, nel Canavese.

La donna, residente a San Giusto Canavese, direttrice dell'ufficio, è stata sequestrata e rinchiusa all'interno del ripostiglio da un rapinatore che l'aveva dapprima attesa fuori dall'ufficio postale poco dopo l'orario di chiusura. Una volta spinta all'interno, il malvivente si è fatto aprire la cassaforte e s'è fatto consegnare un bottino di oltre 18mila euro.

Per precauzione, prima di darsi alla fuga, ha rinchiuso la direttrice nello sgabuzzino ed è scappato a piedi. A liberare la donna ci ha pensato l'inquilina del piano di sopra che, uditi i rumori all'interno dell'ufficio postale, è scesa per dare una controllata.

La direttrice, sotto shock, è stata subito soccorsa: ha, infatti, rischiato di rimanere chiusa nel ripostiglio fino al giorno dopo. Sul posto sono giunti i carabinieri della Compagnia di Chivasso che si stanno occupando di ricostruire la dinamica dell'accaduto. Al momento, oltre alla direttrice, non vi sono testimoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

Torna su
TorinoToday è in caricamento