Rapina l’ufficio postale, esce col bottino ma viene inseguito da un testimone: arrestato

Aveva minacciato i dipendenti con un cacciavite e coltello

L'ufficio postale di via Bruino

Mille euro ottenuti troppo facilmente e senza fare i conti con un coraggioso testimone. Un 41enne torinese, disoccupato e con precedenti, ha preso di mira l’ufficio postale di via Bruino, 1 a Torino.

Mercoledì 24 ottobre alle 14.30 è entrato nel locale, con il volto travisato da un casco e con in mano un coltello da cucina e un cacciavite, e ha minacciato i dipendenti riuscendo a farsi consegnare 1060 euro. Poi si è allontanato a piedi senza accorgersi di essere seguito da un cliente presente nell’ufficio postale al momento della rapina.

Il testimone coraggioso ha segnalato il fatto al 112 e poco dopo ha indicato ai militari intervenuti il malvivente che è stato arrestato dai carabinieri del nucleo radiomobile. La refurtiva è stata in gran parte recuperata, alla somma totale mancavano 70 euro persi nelle fasi della fuga.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento