Ragazzo di 22 anni aggredito sotto casa: «Mi hanno picchiato con una catena»

Una coppia di nordafricani lo ha avvicinato con una scusa, poi uno dei due ha preso una catena e l'ha tirata sulla testa del giovane

Lo hanno aggredito a due passi da casa sua con una catena. «Non volevano rapinarmi ma solo picchiarmi» spiega il ragazzo di 22 anni che si è salvato dal pestaggio.

Il fattaccio, in via Spontini, risale a qualche giorno fa. Il giovane stava per varcare il portone quando sulla strada ha avuto la sfortuna di incocciare due soggetti, per nulla intenzionati a scambiare quattro chiacchiere in amicizia.

«Ho incrociato lo sguardo di due nordafricani. Uno ha colto la palla al balzo per attaccare bottone». Da lì la frase: «Perché mi guardi male?» la frase che ha convinto il giovane ad allungare il passo. Con una catena di ferro uno dei due nordafricani ha colpito il 22enne sulla testa.

«Poi ha cercato di colpirmi una seconda volta ma sono riuscito a strappargliela dalle mani». I due delinquenti sono scappati e la giornata del giovane è finita al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Bosco dove i sanitari si sono occupati della ferita provocata dalla catena. Quattro i punti di sutura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

  • Cibo mal conservato e lavoratori "in nero": ristorante chiuso e multato per 39mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento