Tragedia nella piscina di una villa: ragazzo muore subito, anche la sua amica non ce l'ha fatta

Si era tuffata per salvarlo

immagine di repertorio

Due giovani, Marco Lipari di 21 anni, residente a Chieri, e Ilaria Abele di 18 anni, residente a Cambiano, sono morti ieri, martedì 21 agosto 2018, annegati in una piscina sulle colline di Castelnuovo Don Bosco (Asti), nella zona al confine con Albugnano. La giovane si era gettata in acqua per tentare di salvare l'amico ed è stata trascinata giù. Lui è morto subito sul posto e lei nella mattinata di oggi all'ospedale Molinette di Torino, dove era arrivata in elisoccorso.

I due erano amici dei figli dei custodi della tenuta di proprietà di un medico torinese. Avevano accettato l’invito per un pomeriggio in piscina e stavano facendo il bagno insieme ad altri amici.

Il ragazzo annegato non sapeva nuotare. Era stato sempre nella parte di piscina più bassa. Non è chiaro perché a un certo punto si sia spinto oltre.

Sul posto sono intervenuti un’ambulanza della Croce Rossa di Castelnuovo Don Bosco e due équipe mediche dell’elisoccorso da Torino ed Alessandria. La ragazza è stata sottoposta a un lungo massaggio cardiaco per rianimarla.

La vicenda è al vaglio dei carabinieri di Castelnuovo Don Bosco.

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

  • Funghi, come raccoglierli in sicurezza

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

Torna su
TorinoToday è in caricamento