"O la puzza a Torino sparisce o l'impianto di Druento verrà bloccato"

Il Movimento a 5 Stelle ha presentato un ordine del giorno in cui chiede provvedimenti per la puzza proveniente dall'impianto di compostaggio di Druento. Entro aprile il cattivo odore dovrà cessare

Il Consiglio Comunale di Torino ha approvato quasi all'unanimità (unico contrario Viale del PD) l'ordine del giorno presentato dal Movimento 5 Stelle a proposito della terribile puzza che ormai da anni ammorba le notti di gran parte dei torinesi. E' ormai assodato che la puzza arriva dall'impianto di compostaggio Punto Ambiente di Druento, del consorzio CIDIU, che ha recentemente ridotto la quantità di rifiuti trattata per cercare di contenere gli odori.

La Città prende posizione e chiede alla Provincia, nel caso in cui gli odori non spariscano completamente entro aprile, di bloccare l'impianto per ristrutturarlo in modo da eliminare la puzza. "E' un risultato importante su una questione che turba da anni la vita di molti torinesi" dichiara Vittorio Bertola, capogruppo del Movimento 5 Stelle Torino e primo firmatario. "In qualche modo il problema va risolto prima dell'estate: chi gestisce l'impianto si adoperi in tal senso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • L'ex miss Italia e madrina di Torino 2006 investita: necessario intervento al naso

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • In tribuna allo Stadium, occhiali rotti e ferita allo zigomo per una pallonata

Torna su
TorinoToday è in caricamento