Spaccio e altri reati: 3 uomini arrestati, un denunciato

Operazione della polizia

Immagine di repertorio

Tra sabato 5 e lunedì 7 gennaio gli agenti della Squadra Volante hanno controllato diverse persone. Tra queste 4 uomini fermati in tre diversi episodi.

In via Marsigli i poliziotti hanno notato un’auto ferma con due persone a bordo con il motore acceso. Proprio quando i poliziotti si sono avvicinati per un controllo, l’Opel Astra è ripartita. Gli agenti l’hanno seguita e fermata poco dopo.  Nella disponibilità del passeggero, un gabonese di 26 anni, gli agenti hanno trovato 10 ovuli contenenti crack per circa una ventina di grammi e oltre a 360 euro in contanti. Lo straniero, con precedenti di polizia e un ordine di espulsione a carico, è stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti. Il conducente, invece, un italiano di 43 anni, oltre ad essere denunciato in stato di libertà per lo stesso reato, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il possesso di una placca dell’Arma dei Carabinieri trovata nella sua abitazione. 

Pusher fermato in corso Massimo d’Azeglio

Un gambiano di 43 anni, con precedenti di polizia a carico, è stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti dagli agenti della Squadra Volante domenica mattina in corso Massimo d’Azeglio, subito dopo aver ceduto droga a un acquirente. Quando i poliziotti lo hanno fermato, lo hanno trovato in possesso di una quindicina di grammi tra hashish e marijuana, sostanza già suddivisa in dosi per essere venduta. A seguito di accertamenti, è emerso che l’uomo è risultato inottemperante a un divieto di dimora nel Comune di Torino.     

Un arrestato in corso Regina Margherita

Un algerino di 48 anni è stato arrestato dagli agenti della Squadra Volante a seguito di un controllo nel pomeriggio di sabato. Gli agenti hanno notato in corso Regina Margherita, all’altezza del Rondò della Forca una Mercedes classe E, scura, con targa francese e con due persone a bordo. A seguito del controllo è emerso che il passeggero, l’algerino, era destinatario di un ordine di carcerazione dovendo espiare una pena residua di 4 mesi e 27 giorni per reati contro il patrimonio.    
 

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • La salute prima delle vacanze, boom di check-up al Koelliker

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Seconda giornata di maltempo: la tromba d'aria si sposta, altri danni

  • Due auto e una moto si scontrano: feriti i tre conducenti, strada chiusa

  • Viene travolta da un'auto mentre attraversa la strada: è grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento