Pugni al volto del passante per riuscire a strappargli il cellulare: rapinatore arrestato

Immagine di repertorio

Aggredito e picchiato per un cellulare. È quanto accaduto nel pomeriggio di martedì 15 ottobre a un 47enne italiano colpito al volto con dei pugni da un rapinatore che gli ha rubato il telefono cellulare.

La vittima ha chiesto aiuto al personale del commissariato Centro in servizio di volante. Gli agenti hanno rintracciato l’autore del fatto in Corso Giulio Cesare, in prossimità del ponte Mosca. L’uomo ha opposto resistenza e, pur di rallentare le procedure del suo arresto, ha detto di avere una lametta in bocca e ha finto di ingerirla. Una volta arrivato il personale medico del 118, che constatava le sue buone condizioni, il rapinatore ha ammesso di avere mentito. 

Successivamente, negli uffici di polizia si è rifiutato in ogni modo di declinare le proprie generalità che però sono state accertate tramite riscontri in banca dati: si tratta di un tunisino di 34 anni. L’uomo è stato pertanto arrestato per rapina e denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia dal settimo piano del palazzo: morto

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo una giornata di sciopero: possibili disagi

  • Auto si schianta contro un muro: donna morta sul colpo

  • Scossa di terremoto in serata: scossa avvertita dalla popolazione, ma nessun danno

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Giovane carabiniere investito mentre interviene su altro incidente: è gravissimo

Torna su
TorinoToday è in caricamento